Volo in ritardo? Esplode il sesso in aeroporto

Il sesso in aeroporto conquista sempre più persone: ecco come i passeggeri ingannano l'attesa tra una fila al check-in e un ritardo

Aeroporto/Pixabay

Una nuova tendenza sta prendendo piede, complice la voglia di partire e le lunge attese in aeroporto. Secondo un recente sondaggio, l'urgenza di fare sesso troverebbe nelle strutture aeroportuali una collocazione sexy e ambita. A favorire la pratica sarebbero i voli in ritardo, oppure le tempistiche dilatate tra i controlli e l'imbarco. Anziché fare shopping e leggere un libro, in molti preferiscono ammazzare il tempo dedicandosi a pratiche ben più appaganti.

A rendere il tutto più piccante è l'idea di trasgredire le regole, di rischiare di essere colti sul fatto dal personale di terra. Secondo la ricerca, condotta da Jetcost.com, l'aeroporto risulterebbe la location più gettonata per consumare l'amplesso. Segnando così un calo del desiderio in alta quota, considerato non più così trasgressivo e sexy. Circa 4.915 americani sono stati intervistati in merito confermando l'abitudine, con un soggetto su dieci protagonista di un atto sessuale in aeroporto. Ma non solo, perché tra le azioni più consumate troviamo sia il sesso orale che i massaggi intimi, fino alla masturbazione, per poi giungere al rapporto completo.

Spesso viene consumato di nascosto nei bagni, con il rischio di farsi intercettare o che la porta si apra (42%). Ma anche negli armadi di metallo presenti all'interno dell'aerostazione (28%), c'è chi si arrangia coprendo il tutto con un cappotto (14%), fino a giungere alle salette VIP più intime ed eslcusive (12%). In caduta libera la scelta di fare sesso sul velivolo, ovvero solo l'8%. Complice dell'atto è sempre il partner, mentre un 5% conferma di aver consumato con un estraneo conosciuto sul posto. Pochissimi quelli che vengono scoperti e allontanati, un successo che aumenterà sicuramente la diffusione della pratica.