Vuole sposare un cobra perché reincarnazione dell'amata

Un uomo indiano ha tentato di sposare un cobra, poiché convinto sia la rincarnazione di una splendida donna di cui si sarebbe perdutamente innamorato. La cerimonia, alla presenza di centinaia di persone, sarebbe però stata interrotta dalla polizia

Cobra

L'amore non ha confini. Soprattutto in India, dove un uomo ha espresso il desiderio di sposare un cobra, poiché convinto sia la reincarnazione di una bellissima donna di cui sarebbe perdutamente innamorato. Succede a Badwapur, nello stato di Phoolpur, dove decine di curiosi si sarebbero riuniti per assistere a quella che avrebbe dovuto essere una cerimonia nuziale hindu, poi interrotta dalla polizia.

Protagonista della vicenda è un giovane di 27 anni, Sandeep Pete, salito agli onori della cronaca locale per aver tentato di unirsi in matrimonio con un pericoloso cobra. L'uomo nelle scorse settimane avrebbe dichiarato di volersi sposare, su indicazione dello stesso serpente, durante il sabato di Pasqua. In quell'occasione, sarebbe entrato in una fase di profondo trance, per trasformarsi egli stesso in un esemplare strisciante. La notizia è rapidamente circolata nelle aree limitrofe, tanto che alla singolare cerimonia avrebbero partecipato dalle 12.000 alle 15.000 persone, richiamate dalle zone di Allahabad, Chandauli e Sonbhadra.

Il ragazzo, il quale afferma di possedere tratti di serpente sin dall'infanzia, è arrivato sul luogo vestito solo di un paio di candidi pantaloni bianchi, quindi di una stuola a ricoprirne petto e capo. A funzione iniziata, officiata da un religioso locale che avrebbe affermato come Sandeep "muova la lingua proprio come un cobra", pare sia stata però interrotta dall'arrivo delle forze dell'ordine. Gli agenti sembra abbiano disperso a fatica la folla, rabbiosa e delusa per la cancellazione di un evento così atteso. Non è la prima volta, tuttavia, che un locale tenta di sposare un serpente. Nove anni fa, così come riporta il Mirror, una donna sarebbe convogliata a nozze con un pericoloso esemplare, sempre durante una cerimonia pubblica. «Sebbene i serpenti non possano capire o comprendere» - ha spiegato ai tempi la giovane trentenne - «comunichiamo in un modo peculiare. Il cobra non mi ha mai ferito».