Why Not, Mastella querela Grillo Il comico: "Mi fa molto piacere"

Il Guardasigilli contro il comico genovese, dopo <strong><a href="/a.pic1?ID=220384" target="_blank">lo show di ieri all'Europarlamento</a></strong>. La frase incriminata: &quot;Nel 1992 i giudici venivano fermati con il tritolo, oggi ci pensa il ministro della Giustizia&quot;. Grillo: &quot;Ora dovrà uscire allo scoperto&quot;

Roma - Il ministro della Giustizia Clemente Mastella ha dato mandato ai suoi legali di "intraprendere le vie giudiziarie necessarie a tutelare la sua onorabilità a fronte degli attacchi gratuiti e inaccettabili mossi nei suoi confronti" dal comico Beppe Grillo, intervenuto ieri a Strasburgo con il pm di Catanzaro Luigi De Magistris, il magistrato che ha iscritto nel registro degli indagati Mastella e il premier Romano Prodi nell’ambito dell’inchiesta "Why not". "Il risarcimento dei danni richiesto - si legge in una nota dell’ufficio stampa dell’Udeur - sarà devoluto alle vittime delle mafie".

Lo show a Strasburgo L’attore genovese ieri aveva affermato, tra l’altro, che dare i fondi europei all’Italia è "come darli a Bokassa" e che i giudici italiani, quando intervengono, "vengono bloccati dal governo e dai partiti". Ma a mandare su tutte le furie Mastella è un’altra frase di Grillo, riportata da diversi quotidiani: "La magistratura è stata fermata dalla politica. Una volta, nel 1992, con Falcone e Borsellino si usava il tritolo. Oggi interviene direttamente il ministro della Giustizia".

La risposta di Grillo "La querela mi fa piacere, vuol dire che Clemente Mastella sarà finalmente costretto a chiarire in un pubblico dibattimento se ci sono state interferenze nell’inchiesta Why Not e chi le ha avviate. Siamo tutti curiosi...". Questa la reazione di Beppe Grillo alla decisione di Clemente Mastella di ricorrere alle vie legali contro il comico genovese. "Sto rientrando dalla sede del Parlamento Europeo di Strasburgo, in macchina. Sono passato anche attraverso una bufera di neve in Svizzera. Superate le Alpi - racconta Grillo dal suo blog - mi hanno informato al cellulare che Clemente Mastella, ministro di Casta e Ingiustizia, mi ha querelato. Cosa avrò di detto di sbagliato? - si chiede Grillo - Ho sbagliato esplosivo? Nel 1992 non hanno usato il tritolo? O forse la politica non è intervenuta in alcun modo nell’indagine Why Not? O Mastella non è mai stato ministro? Chi condivide i tre punti incriminati: 1 - La magistratura è stata fermata dalla politica 2 - Una volta con Falcone e Borsellino si usava il tritolo 3 - Oggi interviene direttamente il ministro della Giustizia, può sottoscrivere con il suo nome e cognome l’iniziativa: 'Anch’io sono ammastellato' e riportare il box sul suo blog per diffonderla".