"Why Not": ripartono le indagini, nuove perquisizioni

Il procuratore Favi riprende gli accertamenti, polizia giudiziaria in trasferta a Roma e Catanzaro

Catanzaro - Ripartono, dopo essere state tolte al sostituto procuratore Luigi De Magistris, le indagini relative all’inchiesta Why Not.Oggi, infatti, dal palazzo di giustizia di Catanzaro, è trapelata la notizia che il Procuratore generale facente funzioni, Dolcino Favi (titolare dell’inchiesta avendola avocata a sé tre quattro fa), ha ordinato alla polizia giudiziaria di effettuare una serie di perquisizioni a Roma e a San Marino, dove si sospetta esista una loggia massonica coperta avente interessi affaristici sulla Calabria. Questo troncone di indagine non riguarda nè il presidente del Consiglio Romano Prodi nè il ministro della Giustizia Clemente Mastella, le cui posizioni processuali sono al vaglio del tribunale dei Ministri.