Wi-fi e telefonia di qualitàsalgono sulla Frecciarossa

Dal 12 dicembre, i passeggeri dei Frecciarossa potranno connettersi con il loro smartphone utilizzando il sistema wi-fi. Il primo mese sarà gratis

Milano - Novità di fine anno per Frecciarossa. Dal 12 dicembre, infatti, sulla linea Torino-Milano-Roma-Napoli sarà possibile navigare in mobilità sia utilizzando smartphone e chiavette Usb collegate su rete 3G sia usando il sistema wi-fi. Per realizzare questa rivoluzione, Fs e Telecom hanno investito 50 milioni di euro. Per il primo mese non ci sarà nessun costo, se non quello simbolico di un centesimo, legato agli obblighi di identificazione dei clienti. Dopo, si dovrà pagare, ma ancora non si sa quanto. I servizi di connettività UMTS/HSPA sui treni Frecciarossa, annunciati oggi da Fs e da Telecom Italia, saranno disponibili anche per i clienti Wind. "Vodafone Italia - si legge in una nota - partecipa e investe, insieme agli altri operatori mobili, nel progetto per la realizzazione di una copertura a banda larga di tutta la rete ferroviaria dell’Alta Velocità e per l’ottimizzazione della qualità dei servizi voce sui treni Frecciarossa". Non c’è "nessuna esclusiva", dunque, con le Ferrovie dello Stato per la fornitura dei servizi di connettività: Telecom Italia è "disponibile" a lavorare anche con altri operatori. Lo ha detto l’a.d. della società, Franco Bernabè, parlando a margine della presentazione dei nuovi servizi sui treni Frecciarossa.

Innovazioni Per migliorare il segnale mobile 3G sono stati stesi 100 km di fibra ottica, sono stati installati 74 nuovi nodi lungo i 1.000 km di linee ad alta velocità che comprendono 82 gallerie e 300 di quelli esistenti sono stati potenziati. Sono state installate oltre 200 antenne, 600 ripetitori radio e 650 moduli wi-fi su 60 treni Freccia Rossa, sono stati equipaggiati con sistemi tecnologici di amplificazione del segnale radio Umts e punti di accesso wi-fi in ogni carrozza. "Offrendo la possibilità di essere sempre online rispondiamo alle esigenze lavorative e di intrattenimento dei nostri viaggiatori - ha commentato l'a.d. Fs Moretti -. I tempi di viaggio saranno ulteriormente ridotti perché i viaggiatori dell’alta velocità potranno continuare a lavorare come in ufficio".