Wi-Max: un’asta per 179

Sono 179 le offerte iniziali arrivate al ministero delle Comunicazioni per l’assegnazione delle frequenze Wi Max, la banda larga senza fili. Riscontrata l’impossibilità di assegnazioni dirette il ministero ha deciso che le frequenze saranno aggiudicate tramite un’asta. «Allo stato attuale non vi sono aree per le quali sia stato possibile procedere all’assegnazione immediata dei diritti d’uso e quindi si procederà ovunque alla fase d’asta coi miglioramenti competitivi», è scritto nel comunicato.