Will Young, torna l’idolo inglese

Sembrava sparito, l’ennesima meteora, e invece Will Young è pronto a farsi riascoltare con Keep on, il nuovo ciddì che uscirà a fine mese. Quando si presentò al pubblico europeo con una versione sdolcinata e stravolta di Light my fire dei Doors, quasi tutti arricciarono il naso, nonostante i premi e i milioni di copie vendute. Lui era semplicemente il ragazzino vincitore di Pop idol, un programma televisivo inglese fatto apposta per dare spazio a esordienti della musica. E invece Will Young ha venduto quasi quattro milioni di copie, è arrivato al numero uno della classifica inglese per cinque volte di seguito e ora è, a giudicare dalla sterminata rassegna di articoli sui giornali, un artista completo: cantante, autore, musicista, ballerino e coreografo. Certo, quando si presentò al Festivalbar di tre anni fa, con quello sguardo smarrito e la lamentela pronta, sembrava soltanto un ragazzino viziato dal successo fulmineo, per di più responsabile di aver sfigurato un classico come il brano che rese famoso Jim Morrison. Invece ha superato la prova e il suo pop non sarà d’autore ma ha il passaporto per farsi ascoltare senza imbarazzi. \