William Hill, balzo dei ricavi per gioco e scommesse

Niente crisi per il gioco e le scommesse. E così William Hill, il maggiore bookmaker britannico presente anche in Italia, archivia un fatturato per i primi sei mesi dell’anno in crescita del 7% a 654 milioni di euro. Bene sopratutto l’online che cresce del 23%. «Si tratta di un grande risultato soprattutto in un periodo di crisi- ha detto l’ad di William Hill, Ralph Topping - Abbiamo fatto enormi progressi nella strategia di crescita internazionale sia in Europa sia, prossimamente, negli Stati Uniti». Il fatturato è stato sostenuto dalla crescita del gruppo nel settore delle scommesse soprattutto su calcio, corse di cavalli e tennis.