La Williams darà 100 euro ad ogni «ace»

Lo sport americano si mobilita in favore delle popolazioni colpite dall'uragano Katrina. La Major league baseball sta preparando un programma di aiuti. Intanto, però, le singole squadre si sono già attivate. I New York Yankees hanno donato 1 milione di dollari, come ha reso noto il proprietario del team George Steinbrenner. Los Angeles Dodgers, Cincinnati Reds, Pittsburgh Pirates, Seattle Mariners, Kansas City Royals e Texas Rangers stanno collaborando con la Croce rossa e si preparano a inviare denaro, cibo e abiti nelle zone colpite dal disastro. Scontato il coinvolgimento degli Houston Astros. Migliaia di persone sono state accolte all'interno dell'Astrodome, l'impianto che la squadra texana ha utilizzato in passato per le gare casalinghe.
Intanto, la Nfl si è attivata per offrire un sostegno alla popolazione. Il commissioner, Paul Tagliabue, ha annunciato che la lega stanzierà 1 milione di dollari e varerà nei prossimi giorni altre iniziative. Si è messa in moto anche la macchina della Nba e della Wnba. Tutte le squadre stanno promuovendo raccolte di fondi e anche singoli giocatori hanno effettuato donazioni. Baron Davis, che per tre anni ha vestito la maglia dei New Orleans Hornets, ha consegnato alla Croce rossa 50.000 dollari. L'associazione giocatori (Nbpa) ha rivolto un appello a tutti i membri: l'obiettivo è arrivare a raccogliere almeno 1 milione di dollari. Solidarietà anche dal tennis. A New York è in corso l'Us Open e Serena Williams, una delle big della racchetta, ha annunciato che donerà 100 euro per ogni ace messo a segno da qui alla fine dell'anno.