Willis insegue Alpha Dog Ozpetek torna alla grande

Un film macabro per raccontare una storia vera. Ambientato nella medio-borghesia americana, in sala Alpha Dog, il film diretto da Nick Cassavetes, interpretato da Bruce Willis, Sharon Stone e la popstar del momento, Justin Timberlake, presentato al Sundance 2006 e vincitore del Noir in Festival di Courmayeur. Il film racconta del criminale Jesse James Hollywood, spacciatore di droga, entrato nel guinness dei primati come il più giovane ricercato dall'FBI. Affascinato dalla storia, il regista ottiene la collaborazione di un giudice che sta indagando sul caso e inizia la preparazione del film. Realizza nel marzo 2006 Alpha Dog, con un finale di fantasia. Ma in quei giorni Hollywood viene arrestato ed estradato negli Usa. Il film viene bloccato e il regista gira un nuovo finale. Ma i problemi continuano ancora oggi: Jesse James Hollywood perseguita il regista affinché il film non venga distribuito. Ma a quanto pare non è stato accontentato.
Amici e amanti, alle prese con le paure e le gioie delle loro esistenze. Toni drammatici, che sin dal titolo rimandano «al pianeta dei cambiamenti», per raccontare una «famiglia allargata» di trenta e quarantenni, con Saturno contro, la commedia di Ferzan Ozpetek - interpretato da Serra Yilmaz, Stefano Accorsi, Margherita Buy, Isabella Ferrari - che torna a firmare un film corale come Le fate ignoranti, autore anche della sceneggiatura insieme a Gianni Romoli.
Una storia d'amore, vendetta e redenzione con Il velo dipinto, il thriller psicologico di John Curran con Edward Norton e Naomi Watts, tratto dal libro del 1925 di Somerset Maugham.
Ancora un thriller, che in questo caso mescola humor nero e realismo, con Diario di uno scandalo di Richard Eyre con Judi Dench e Cate Blanchett, tratto dal bestseller del 2001 di Zoë Heller, What She Was Thinking: Notes On A Scandal - storia di due donne ossessionate da un' amicizia e da un'intossicazione sessuale.
Freschezza e brio per riscrivere le coordinate del colpo di fulmine a scoppio ritardato tra Alex e Sophie, con Scrivimi una canzone, commedia sentimentale diretta da Marc Lawrence e interpretata da un autoironico Hugh Grant in un ruolo scritto per lui, un ex-membro di una boy band, che ha trovato un'ottima partner in Drew Barrymore.