Con Windows Mobile la tecnologia sarà più intelligente

Il sistema operativo presente in più di 18 milioni di dispositivi mobili è la nuova sfida della Microsoft. L’obbiettivo: far riconoscere agli apparecchi i desideri di chi lo usa. Con un occhio alle tasche dei più giovani<br />

Diciotto milioni di apparecchi, anzi di più perché il dato si riferisce allo scorso 30 giugno. Il numero di dispositivi mobili che al mondo "indossano" Windows, il sistema operativo Microsoft che mette a disposizione oltre 18.000 applicazioni sviluppate per arricchire l’esperienza degli utenti che sempre di più lavorano, comunicano e si divertono utilizzando i propri dispositivi mobili. Nel listino sono presenti già 200 diversi modelli di smartphone e PDA realizzati da oltre 50 produttori hardware al mondo, un successo soprattutto in Italia dove i dispositivi business (ma come vedremo, non solo) hanno moltiplicato le vendite, nonostante – in alcuni casi – prezzi d’alta gamma.

Secondo recenti ricerche, nel nostro Paese sono 47.6 milioni gli utenti di telefoni cellulari con una penetrazione di dispositivi mobili nella popolazione pari all’82%. Di questi, il 21% (10 milioni di italiani) ricerca un dispositivo che possa offrire in mobilità le stesse funzionalità del PC che possiedono in ufficio. Mentre il 22% (11 milioni di italiani) desidera un telefono cellulare con capacità multimediali, elevate funzionalità di comunicazione (non solo voce e SMS) e in grado organizzare la loro vita (navigazione, Mobile Internet e altro ancora). Oltre 5 milioni di utenti in Italia usano la mail dal proprio cellulare, con un trend di crescita superiore al 25% nell’ultimo anno. Ma il cellulare (o lo smartphone) oggi serve anche per ascoltare musica, navigare, collegarsi alle messaggerie istantanee per essere sempre in contatto con amici, familiari e clienti.

Ecco allora che il Mondo Windows Mobile in mostra all’interno delle Microsoft EXPO XMas 2008 (http://expomilano.spaces.live.com/), aperto fino al 24 dicembre, ha presentato le ultime novità dei grandi come ASUS, HP, HTC, Giga-Byte, Mio Technology, Palm, Samsung, Sony Ericsson, Symbols, Toshiba. Veri gioielli tecnologici, anche se – come dice Fabio Falzea, direttore della divisione Microsoft Mobile and Embedded di Microsoft Italia - "la tecnologia ormai c’è, bisogna solo, come dire, mischiarla. Faccio un esempio: l’agenda del mio cellulare sa che domani mattina ho un appuntamento in un tal posto: se io riesco a mettere in contatto il telefonino con il navigatore che ho in auto, domani mattina verrò automaticamente guidato nel posto in cui devo andare, senza bisogno di ulteriori comandi. Così come è possibile far capire al cellulare quali sono le telefonate gradite in un tal momento e quali invece deve temporaneamente bloccare".

E’ la prossima sfida, insomma, rendere ancora più intelligente la tecnologia. "E la sfida – conclude Fasao – è anche quella di rendere accessibile certi servizi anche ai giovani: ormai ci sono alcuni Smartphone, come il Samsung C6620 legato a Mtv, che hanno un costo accessibile – in questo caso 199 euro – e sono dotati di tutte le applicazioni che servono a un utente giovane per messaggiare (come la tastiera incorporata) e comunicare con gli amici". Insomma. Sempre più mobili e alla portata di tutti.