Wine Tour Cup, golf e vini da meditazione

Il mondo del vino e quello del golf si incontrano
per un campionato dedicato a golfisti ed eno-appassionati,
che unisce sport e itinerari golosi in 21 tappe<br />

Oltre 25 milioni di "golf turisti" in Europa, 40 miliardi di dollari di valore in tutto il mondo e una crescita annua dell'8%: sono questi i dati del "golfturismo", fenomeno di tendenza che, incrociati con i 4-6 milioni di praticanti e i 2,5 miliardi di volumi di affari del turismo enogastronomico, danno numeri davvero interessanti.

Ecco allora che il 25 aprile il mondo del vino e quello del golf si incontreranno sul green in occasione della prima tappa della Wine Tour Cup 2008, il torneo di golf delle Città del Vino che, ogni anno, vede la partecipazione di 3.500 tra golfisti ed eno-appassionati, l’unico campionato dilettanti in Italia dove ogni gara è accompagnata dalla degustazione di vini e prodotti del territorio di volta in volta coinvolto, unendo sport, tradizioni locali e produzioni tipiche, attraverso gli itinerari enogastronomici di tutta Italia (info: www.cittadelvino.it, golf@cittadelvino.com).

Entrata tra i 10 principali tornei d’Italia sulla rivista Economy, la Wine Tour Cup - che prevede 21 tappe dalla primavera all'autunno inoltrato con gare 18 buche Stableford, su campi da golf giovani, di nuova realizzazione e aperti a tutti - non è solo una competizione, ma una vera e propria vetrina di promozione per i territori delle Città del Vino, l’associazione dei Comuni a più alta vocazione vitivinicola d’Italia, grazie alla formula del tutto originale ed innovativa che associa ad ogni gara degustazioni di vini e specialità locali con il diretto coinvolgimento di aziende e produttori.

"Un'iniziativa importante - spiega il presidente delle Città del Vino, Valentino Valentini - che unendo due fenomeni di tendenza, quali il turismo golfistico ed enogastronomico, si pone l’obbiettivo di supportare lo sviluppo turistico e l’accoglienza dei territori coinvolti, ampliandone la stagione turistica e trovando nuovi potenziali eno-appassionati, grazie anche a pacchetti turistici che comprendono la partecipazione al torneo".

Dati e numeri confermano il successo dell’iniziativa firmata Città del Vino: il 48% dei golfisti infatti non gioca solo a golf, ma suddivide la spesa di questa vera e propria vacanza per il 29% in alloggi, 21% in cibo, 7% green fee, 25 per i trasporti, 9% per lo svago, 5% in souvenir e l’1% in lezioni.

Aprite il calendario e segnatevi le tappe dell’edizione 2008 (che sarà presentata il 5 maggio, ore 11, a Roma, in Palazzo Rospigliosi; info: www.cittadelvino.it; golf@cittadelvino.com): si inizia il 25 aprile, in Emilia Romagna, al Golf Club Casalunga (Bologna), per spostarsi attraverso i campi da golf di tutta Italia, dal Piemonte alla Sicilia, fino alla finale del 9 novembre in Toscana al Golf Club Toscana di Gavorrano (Grosseto).