Winston ai familiari della contessa: «Perdonatemi» Il pm: «Carcere a vita»

Ergastolo per l’omicidio di Alberica Filo Della Torre: questa è la richiesta del pubblico ministero per Manuel Winston Reyes, il domestico filippino accusato della morte della contessa uccisa il 10 luglio del 1991. La richiesta è stata fatta dal pm, Francesca Loy davanti al gup, Massimo Di Lauro, durante l’udienza di oggi che vede Manuel Winston Reyes a giudizio con rito abbreviato con l’accusa di omicidio volontario e rapina, avendo sottratto alcuni gioielli della contessa. La sentenza è attesa per il 14 novembre. La difesa nel proprio intervento ha chiesto l’assoluzione per l’accusa di furto e la derubricazione del reato di omicidio da volontario a preterintenzionale. Durante le sue dichiarazioni il filippino ha chiesto «perdono» alla famiglia della nobildonna: «Non volevo fare del male, mi dispiace», ha detto. A metà ottobre il tribunale del riesame ha respinto l'appello che era stato presentato dai difensori di Winston. I giudici della libertà hanno ritenuto che sussisteva ancora il pericolo di fuga, visto anche il lungo periodo in cui l'uomo è rimasto libero dopo il fatto. In merito alla dinamica di quanto avvenuto il collegio ha ritenuto che le ipotesi fatte dal consulente medico legale di parte, secondo cui la donna era morta di fatto per un incidente, «non sono tali da inficiare il presupposto della gravità indiziaria».