Wolfson dona la collezione alla Fondazione Colombo Genova diventa la capitale del Futurismo di Marinetti

Mitchel Wolfson Jr. ha siglato ieri l'intesa definitiva per la cessione della sua raccolta di dipinti, sculture, archivi, collezioni di manifesti e documenti vari alla fondazione regionale Cristoforo Colombo di Genova. La Regione Liguria, da parte sua, per bocca del suo presidente Claudio Burlando, ha annunciato la prossima apertura del Centro studi sul '900 che avrà sede a Palazzo Ducale, un organismo che sarà dedicato allo studio, alla ricerca, alla conservazione e valorizzazione della cultura artistica-architettonica del '900. Wolfson, un collezionista americano della ricca famiglia originaria della Florida, aveva svolto la sua attività di diplomatico nel Dipartimento di Stato per la maggior parte in Italia e in particolare a Genova e tra il 1968 e qualche anno fa aveva raccolto un'imponente numero di reperti artistici e storici. Dopo esser tornato alla fine della carriera a Miami, sua città di residenza, tempo fa aveva deciso di donare la sua collezione per metà alla città della Florida e per metà a Genova. Ora ad esempio gran parte del Museo di arte moderna di Nervi è rappresentato proprio dai dipinti, dai disegni e dalle sculture del collezionista americano. Con la cessione della sessione archivio, che comprende disegni originali di grandi architetti italiani, da Giuseppe Rosso e fratelli Gino e Adolfo Coppedé, vi è anche una vasta presenza di materiale sul Futurismo italiano, tra cui praticamente tutti i manifesti del Movimento Futurista. Tra due anni, allo scoccare del centenario del Futurismo, Genova potrà così diventare capitale delle manifestazioni per il grande evento culturale.