Wome vive nel terrore, Stankovic una lama nel cuore

INTER
6 TOLDO. Dove ha potuto ci ha messo le mani, ma è stato bravo a non mandare tutti al diavolo dopo la dormita difensiva sull’1-0.
6,5 J.ZANETTI. Capisce subito dove il Villarreal tiene il burro, quando arriva nelle zone rosse è ancora lucido.
6 CORDOBA. Energico, veloce abbastanza per non farsi incartare dal contropiede.
6 SAMUEL. Dove serviva ferocia lui c’era, entra nel gruppo dei corresponsabili della doccia fredda nella primavera della partita.
4 WOME. Sbaglia cose a cui nessun difensore dell’Inter può credere. Apre la porta al Villarreal, non si stabilizza mai, vive nel terrore.
7 STANKOVIC. Dejan la lama arriva al cuore del problema quasi subito, quando si muove lui sembra davvero un crac. Energia e assist per i gol. SV KILY GONZALEZ (dal 37’ st).
6 VERON. Metronomo che sa cercare con sapienza gli spazi dove fa infilare i gattini e i gattoni dell’attacco.
6 CAMBIASSO. Protegge, recupera, serve dovunque per mantenere l’equilibrio di una squadra portata al peccato.
5 CESAR. Viene da assenza prolungata, azzardato farlo allenare in coppa, si nasconde come può e ogni tanto fa capire che la pazienza pagherà. SV MATERAZZI (dal 24’ st).
6,5 RECOBA. Subito zoppicante, ma il suo pennello serve l’euroquadro, l’Inter gli deve il primo bacio. 6 MARTINS (dal 28’ pt). Non può sbagliare l’invito di Stankovic, poi sfarfalla e si perde un po’ nella palude.
6 ADRIANO. La gioia di un gol che gli viene servito su un bel piatto, anche se deve coordinarsi e scoprire che il Villarreal ha stanze vuote in mezzo. Poi lo aspetti liberato e senti che è sempre incatenato.
6 All. MANCINI. Insiste su giocatori che dovrebbero stare a guardare, gli va bene che la squadra spagnola ha fifa.
VILLARREAL
6,5 VIERA. Gli viene il mal di mare con quella difesa che si ritrova davanti.
6 JAVI VENTA. Dalla sua parte solamente zucchero.
6 GONZALO. Salva all’inizio su Adriano, ma poi danza senza nacchere.
5,5 PENA. Anche lui diventa ballerino in una difesa che si salva nell’angoscia.
4 SORIN. Da strappargli tutti i capelli lunghi e tanti. Dalla sua autostrade a sei corsie.
6,5 RIQUELME. Piede sapiente, piede forte. Una punizione si stampa sulla traversa, non ha troppo spazio per divertirsi.
5 CESAR ARZO. A vent’anni si possono avere le gambe un po’ molli. SV QUIQUEAL ALVAREZ (dal 15’ st).
5,5 SENNA. Tampona bene, ma non sa costruire quello che si guadagna sudando.
6 CALLEJA. Cuce il centrocampo, aiuta con generosità senza vedere tutto quello che l’Inter offriva. SV CAZORLA (dal 42’ st).
6 JOSE MARI. Parte con la grande intuizione di vedere Wome ancora incantato dalle luci. SV FRANCO (dal 31’ st).
6,5 FORLAN. Apre le danze arrivando deciso sulla preda lasciata da Toldo. Poi lavora duro per tenere sempre all’erta il nemico.
6,5 All. PELLEGRINI. Arrivare fino qui con una squadra davvero dolce e tenera è stato già un capolavoro.
6 arbitro SARS. Lo noti più per la corsa da mezzofondista che per fischi che abbiano davvero convinto.