Woodcock davanti al Csm, il legale: "Vannoni inattendibile"

Il pm della procura di Napoli davanti al Csm. La difesa: "Vannoni non è attendibile. Trattenuto in una stanza col fumo? Woodcock non fuma da anni"

Le accuse contro il pm della procura di Napoli, John Henry Woodcock e Celeste Carrano devono essere riscritte. È questo l'incarico che la sezione disciplinare del Csm ha affidato al pg di Cassazione. Di fatto il procuratore generale nella sua relazione che integra quella precedente riporta che Woodcock "all’inizio dell’audizione di Vannoni, ha invitato la persona informata sui fatti a guardare dalla finestra il carcere di Poggioreale, chiedendogli se vi volesse fare una vacanza". Nell'integrazione il pg della Cassazione, Mario Fresa, racconta alcune fasi del faccia a faccia tra Woodcok e Vannoni, ex consiglioere di palazzo Chigi e sentito come testimone. "Ha mostrato a Vannoni - scrive il pg nell’atto consegnato al Csm - dei fili che gli disse essere microspie, facendogli percepire, senza che ciò corrispondesse al vero, di essere stato intercettato. In tal modo - si legge nell’incolpazione della Procura generale della Suprema Corte - la persona informata dei fatti si è sentita ’sconvolta, frastornatà e scioccata".

E alle accuse mosse dal pg di Cassazione ha risposto il legale di Woodcock, Marcello Maddalena: "Vannoni non è affidabile nè attendibile. Ecco perchè abbiamo presentato un’ampia richiesta di testi". Il legaleha anche ricordato che Vannoni dichiarò che, al palazzo di giustizia di Napoli il giorno della sua audizione, era stato tenuto un’ora al freddo e poi di essere stato in una stanza piena di fumo: "Woodcock non fuma più da anni", ha rilevato Maddalena. La prossima udienza a carico di Woodcock e di Carrano si svolgerà il prossimo 15 marzo.

Commenti

glasnost

Lun, 19/02/2018 - 18:20

Ma è possibile che la magistratura, che noi paghiamo, non si renda conto del ridicolo in cui si è messa?

killkoms

Lun, 19/02/2018 - 22:26

i panni sporchi li lavano in famiglia!

pisopepe

Mar, 20/02/2018 - 08:23

MA QUANDO VI DECIDETE A LICENZIARLO ????

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 20/02/2018 - 08:33

la sezione disciplinare del csm lo eleverà al grado superiore(con relativo aumento di stipendio) e lo trasferirà a roma in modo da potersi congiungere alla sua compagna sciarelli!

rossini

Mar, 20/02/2018 - 08:38

È inutile, i nostri PM non lo perdono il vizietto di tentare di intimidire persone informate dei fatti e testimoni adombrando la possibilità di sbatterli in galera . Ciascuno con il suo stile ed a modo suo. Il buon Tonino Di Pietro minacciava i testimoni col tintinnio di manette, opportunamente manovrate da un maresciallo dei Carabinieri nella stanza degli interrogatori. Woodcock prospettava la possibilità di una vacanza in galera additando dalla finestra il carcere di Poggioreale. Tutti insieme appassionatamente. Sbirri, piuttosto che Magistrati.

Slomb

Mar, 20/02/2018 - 08:48

Ma è possibile che i cittadini non si rendano conto che questa magistratura va riformata dalle fondamenta? Eh beh, d'altronde difficile rendersene conto quando nessun partito mette al primo posto nel programma di governo la riforma della Giustizia. Tutti un bel branco di conigli, a destra e a sinistra. Bene fanno i magistrati a far quello che vogliono.

gigi0000

Mar, 20/02/2018 - 09:49

Il delirio di onnipotenza dei magistrati è incommensurabile. Woodcock, che non mi piace, se i fatti denunciati si dimostrassero veri, avrebbe comunque commesso un peccatuccio veniale rispetto a quello per es. del PM Agostino Abate nel caso Uva interrogando il testimone Alberto Biggiogero (il filmato su Youtube) per il quale è stato bellamente assolto dai colleghi di Brescia. Il problema per noi è capire il diritto, o meglio, la certezza del diritto, che invece non esiste ed è demandata alla discrezionalità dei magistrati, appunto, che si sentono quindi dei padreterni.

ex d.c.

Mar, 20/02/2018 - 10:24

Sarebbe il luogo giusto per la vacanza di questo giudice assurdo