Woolwich, arriva CambioMutuoCash

Da sempre Banca Woolwich, il marchio di Barclays Bank specializzato in mutui immobiliari, si contraddistingue per la continua innovazione nei prodotti offerti. L’obiettivo è soddisfare le esigenze di una clientela sempre più competente e attenta aiutandola ad affrontare il più importante investimento finanziario nella vita di una famiglia: l’accensione di un mutuo per l’acquisto della casa. Ma non solo. Anche offrire una soluzione a coloro che un mutuo già lo hanno grazie a dedicati prodotti di «sostituzione». Proprio in tale direzione s’inserisce il lancio del prodotto CambioMutuoCash, che consente di sostituire il mutuo pre-esistente con uno nuovo e di ottenere una somma ulteriore a titolo di extra-liquidità - fino al 70% del finanziamento - da destinare a investimenti di varia natura.
Woolwich mira così a dare una risposta concreta alle necessità delle famiglie ben patrimonializzate ma con poca liquidità a disposizione. Ogni cliente, infatti, grazie all’extra-liquidità concessa, potrà monetizzare l’effettiva rivalutazione economica del proprio immobile avvenuta nel corso degli anni. «Dal lancio ufficiale, avvenuto a fine ottobre 2006, CambioMutuoCash ha ottenuto un notevole successo - spiega Stefano Dragoni, direttore business mutui di Woolwich - diventando il quarto prodotto più venduto da Woolwich in Italia con una quota pari a circa il 15% sul totale dell’offerta». E le potenzialità di espansione del prodotto sono impressionanti. «Basti pensare - continua Dragoni - che nel mondo anglosassone il 45% del mercato mutui è di sostituzione mentre in Italia oggi si giunge al 3% circa». E Woolwich si è dimostrata lungimirante nel lancio del prodotto. Dal decreto Bersani, inerente la libera portabilità dei mutui e la abrogazione delle penali nel caso di estinzione prematura degli stessi, il mercato sta traendo spunti positivi. «Con l’offerta del CambioMutuoCash abbiamo anticipato un fondamentale passo che porterà maggiore liberalizzazione e trasparenza con evidenti vantaggi a favore del cliente», annota Dragoni «ed è la conferma della capacità di Woolwich di essere una Banca di comprovata professionalità nel settore dei mutui, capace di innovare e anticipare le tendenze del mercato». Ma Woolwich non si ferma e già guarda avanti. Rispetto all’attuale offerta di prodotti che sta garantendo ottimi risultati in termini di clienti, Woolwich sta apportando alcune modifiche per essere pronta, a fine 2007, con una gamma rinnovata. «L’obiettivo è quello di costruire prodotti destinati a target di clientela predefiniti, in modo che l’offerta sia adeguata alle loro esigenze in una logica tailor-made - continua Dragoni - e per fare questo, stiamo operando una segmentazione dei prodotti sulla base di tre fattori: tipologia clienti, tipologia canale, finalità per cui si richiede il mutuo». Alla base della segmentazione esiste un presupposto da soddisfare: i prodotti nasceranno per garantire una facilitazione al cliente finale - soddisfacendone, quindi, le aspettative e i desideri.
«Non dimenticando un aspetto per noi fondamentale - conclude Dragoni - ovvero una coerente gestione del rischio».