Wrestling, Benoit uccide moglie e figlio poi si toglie la vita

Il lottatore avrebbe ucciso la moglie e il figlio e poi si sarebbe tolto la vita nella sua casa in Georgia. Avrebbe dovuto combattere per il titolo della Wwe nella giornata di domenica

Atlanta - Chris Benoit è stato trovato morto insieme alla moglie Nancy (43enne) e al figlio Daniel di 7 anni nella sua casa in Georgia. Gli investigatori credono si tratti di un caso di omicidio-suicidio. Il wrestler professionista, 40 anni, canadese d'origine, lottatore dal 1985, avrebbe dovuto combattere in un incontro per il titolo il 24 giugno ("pay per view match"), ma l'organizzazione degli eventi la Wwe aveva spiegato in diretta che Benoit aveva avuto "un'emergenza familiare". La World Wrestling Enterteinment ha sospeso tutti gli show programmati a Corpus Christi, in Texas, e ha messo in onda uno speciale di tre ore sulla carriera di Benoit.

Il detective Bo Turner ha chiarito all’emittente televisiva Waga-Tv che l'ipotesi dell'omicidio-suicidio non può essere confermata fino alla conclusione degli esami della scientifica. La tv ha riferito che gli agenti ritengono che Benoit abbia assassinato moglie e figlio durante il fine settimana e che si sia tolto la vita ieri. I cadaveri sono stati ritrovati in tre diverse stanze. La Wwe (World Wrestling Entarteinment) ha reso noto sul suo sito internet di aver chiesto all’autorità di effettuare verifiche sull’atleta e sulla sua famiglia dopo essere stata allertata da alcuni amici che "avevano ricevuto strani sms inviati domenica mattina presto da Benoit". Il 13 novembre 2005 fu trovato morto in una stanza di albergo Eddie Guerrero, un altro dei protagonisti più conosciuti e amati dagli appassionati del wrestling mondiale.

Il capo degli inquirenti, il tenente Tommy Pope del dipartimento dello sceriffo della contea di Fayette, ha dichiarato all’Ap che le morti sono trattate come omicidi e che le autopsie saranno effettuate oggi. Pope ha aggiunto che i cadaveri sono stati ritrovati alle 14.30, ma non ha voluto scendere in dettagli. L’abitazione si trova in un quartiere isolato lungo una strada in ghiaia, circondata da una parete in roccia e da un cancello in acciaio. Ieri notte era buia, ad eccezione di alcune luci all’esterno. Di fronte c’era un’auto della polizia, insieme con due agenti in divisa. Benoit è stato campione mondiale dei pesi massimi e campione intercontinentale.Il lottatore avrebbe dovuto esibirsi domenica sera a Houston in "Vengeance" (vendetta), un evento in pay-per-view, ma è stato sostituito all’ultimo minuto per quelli che l’annunciatore Jim Ross ha definito "motivi personali". Nato in Canada, aveva ancora una casa ad Atlanta dal periodo in cui combatteva per la Wcw (World Championship Wrestling), sigla che oggi non esiste più.