X Factor vince in classifica: cinque brani tra i primi dieci

Lo show di Raidue batte il risultato del Festival di Sanremo. Nella top ten del web Giusy è più scaricata di Madonna. Mazza della Fimi: "Segnale positivo"

Milano - Dunque bisognava solo aspettare. Eccolo qui, l’effetto X Factor: a una settimana dalla fine del programma, ai primi dieci posti della classifica download ci sono ben cinque brani lanciati dal talent show di Raidue che se aveva un obiettivo da raggiungere, più dello share televisivo, era proprio questo: scovare artisti che poi piacessero davvero al pubblico.
Missione compiuta, sembra.

Secondo i dati ufficiali della Fimi Nielsen, Giusy Ferreri è al secondo posto con Non ti scordar mai di me, il brano inedito scritto (anche) da Tiziano Ferro, e poi al settimo con Remedios. Invece i vincitori Aram Quartet sono al quinto con l’inedito composto da Morgan Chi (Who) e al sesto con la cover di Per Elisa, mentre al tanto criticata Ilaria è al nono con Oceano. Per capirci, la classifica è guidata da A te di Jovanotti, al quarto posto c’è Madonna con 4 minutes e al decimo la rivelazione Estelle e quindi, almeno nella scorsa settimana la debuttante Giuseppa Gaetana Ferreri detta Giusy, da Abbiategrasso in provincia di Milano, è stata più scaricata della popstar più famosa del mondo.

Insomma, come spiega Enzo Mazza della Fimi, è «un segnale positivo che conferma quanto il programma sia stato interessante e apprezzato dal pubblico. Per di più, l’industria discografica non può che apprezzare l’arrivo di nuovi artisti: ogni segnale di rinnovamento è positivo». A conferire la lode alla laurea musicale di X Factor c’è pure il raffronto con l’esito dell’ultimo Sanremo.

A una settimana dalla fine, il Festival ha piazzato solo tre brani nella classifica dei download (diventati però sei due settimane dopo), senza considerare che gli artisti festivalieri - da Sergio Cammariere in giù - erano nomi già ben noti al grande pubblico e non pivelli pressoché sconosciuti come quelli lanciati da X Factor. E allora è naturale che ci sia aria di festa negli ambienti del programma. Per gli Aram Quartet, che in diretta tv hanno stupito tutti con una miscela di voci calibrate e originali, la vittoria a X Factor è stata «la continuazione di un sogno, oltre che una grande sorpresa».

Perciò, finito lo show, sono subito corsi in studio per registrare il primo album che dovrebbe uscire alla metà di luglio. «Ci saranno - spiega Michele - le versioni integrali delle canzoni che abbiamo presentato durante il programma, da Un’emozione da poco a Se bruciasse la città, oltre naturalmente al singolo Chi (Who). In più nel disco abbiamo deciso di inserire anche Bohemian rhapsody, ma solo nell’arrangiamento breve che abbiamo cantato durante lo show perché, per una sorta di rispetto nei confronti dei Queen, non ce la siamo sentita di registrare il brano completo».

D’altronde questi ragazzi hanno ancora il candore implume di chi è passato, nel giro di poche settimane, dalla quiete della provincia di Lecce ai riflettori e alla tensione di uno studio di registrazione: «E noi ce la stiamo mettendo tutta per fare un regalo al pubblico che ha appena imparato a conoscerci». E anche Giusy si è subito rimboccata le maniche. Candidata alla vittoria finale, a sorpresa è arrivata seconda e ora ammette che «la mia vita è finalmente cambiata dopo 29 anni di tentativi senza risultati».

Subito noiosamente ribattezzata «la nuova Amy Winehouse», lei ha uno stile vocale molto ruvido e aggressivo ma di sicura presa, come senza dubbio è anche il suo brano Non ti scordare mai di me, così orecchiabile e così intenso da essere seriamente candidato a diventare uno dei tormentoni dell’estate. Lei intanto si è organizzata: «Prima lavoravo part time, adesso mi sono messa in aspettativa e ho appena finito di incidere un ep con sei brani - La bambola, Ma che freddo fa, Che cosa c’è, Insieme a te non ci sto più, oltre naturalmente a Non ti scordar mai di me. Poi vedremo».
Anzi, sentiremo.