X-Force Ecco il team che rileva le falle nelle reti

Ibm X-Force, nato nel 1997 come laboratorio di ricerca di Internet Security System (Iss), è entrato nel network dei laboratori di ricerca Ibm per la sicurezza dopo l’acquisizione, fine 2007, da parte, appunto, di Ibm. Ha quindi conservato il nome e si è affiancato ai laboratori di Ricerca Ibm. Vanta un database con più di 33mila vulnerabilità catalogate, raccolta unica che aiuta i ricercatori di Ibm X-Force a comprendere le dinamiche che permettono la scoperta preventiva di attacchi a tali vulnerabilità. I prodotti e i servizi di Ibm Iss si basano sulle informazioni di sicurezza preventiva fornite da X-Force, il team di ricerca e sviluppo di Ibm Iss. X-Force rileva le vulnerabilità e le falle nella sicurezza delle reti di computer e monitora le minacce emergenti in Internet. Spesso è in grado di individuare vulnerabilità su software di nuovo rilascio prima ancora che i produttori se ne accorgano e, su loro input, vengono sviluppate le patch (le «pezze» per «tappare le falle»). X-Force ha la funzione di consulente fidato per la sicurezza dell’Us Department of Homeland Security e di altre organizzazioni, aiutando così a definire standard e iniziative di sicurezza governativa. Il team di X-Force produce due report all’anno con le statistiche mondiali rilevate dalle loro ricerche e test. Per Ibm rappresentano inoltre lo strumento di base per l’evoluzione del portfolio prodotti e servizi in materia di sicurezza.