X3 si ripresenta più ricco e rinnovato È il nuovo pezzo forte della gamma

Che le auto Bmw piacciano alla clientela aziendale, non è una novità. L’ennesima conferma arriva dai dati sui primi nove mesi del 2010, che ribadiscono il ruolo da protagonista del marchi nelle car policy delle imprese, in virtù di una quota di mercato superiore al 5% e delle oltre 21.700 vetture commercializzate nel segmento delle flotte. Merito di una gamma in continuo aggiornamento, ma sempre in grado di coniugare le doti di affidabilità e comfort proprie del brand con quei valori emozionali e di status che, anche in tempi di crisi, rivestono un'importanza non trascurabile nella scelta dell'auto aziendale. Una gamma in cui a farla da padrone sono modelli come la Serie 3, capace tra gennaio e settembre di vendere oltre 6.300 unità a imprese e professionisti. Di rilievo anche le performance della Serie 1 (4.668 unità) e della Serie 5, che con i suoi 2.847 esemplari si piazza al secondo posto assoluto tra le vetture di segmento E.
A queste best seller, fiori all’occhiello dell’offerta Bmw alle flotte, sta ora per aggiungersi una succosa novità, destinata a entrare nelle «shopping list» delle aziende che prediligono la trazione integrale. Si tratta della nuova X3, evoluzione del fortunato Sport Activity Vehicle lanciato nel 2004, il cui debutto è previsto per fine novembre. Rispetto alla precedente generazione, il Sav bavarese si presenta forte di un comfort di guida ottimizzato, di un’agilità ulteriormente migliorata, di innovative possibilità di personalizzazione negli equipaggiamenti e di più spazio rispetto a qualsiasi vettura concorrente del segmento. Crescono infatti le dimensioni esterne e aumenta di conseguenza anche la capacità di carico, con un volume tra i 550 e i 1.600 litri e una serie di soluzioni all’insegna della versatilità, come lo schienale del divanetto posteriore divisibile nel rapporto 40:20:40 in tre segmenti, che si possono ripiegare separatamente oppure insieme. Prodotta nello stabilimento americano di Spartanburg, divenuto centro di competenza per i modelli della Serie X, la nuova Bmw X3 arriva al lancio con un portafoglio motori semplice ma all’avanguardia.
Due i propulsori disponibili: il 4 cilindri diesel della X3 xDrive20d, che eroga una potenza massima di 135 kW/184 cv, e l’esuberante 6 cilindri in linea a benzina che alimenta l’X3 xDrive35i, capace di sviluppare 225 kW/306 cv. Il primo motore, in particolare, rappresenta il riferimento del segmento in termini di efficienza, in virtù di un consumo medio nel ciclo combinato di 5,6 litri per 100 chilometri e di emissioni di CO2 limitate a 149 g/km, che scendono a 147 con il cambio automatico a otto rapporti. In linea con la filosofia EfficientDynamics, a contenere consumi ed emissioni contribuiscono anche la brake energy regeneration, il servosterzo elettromeccanico e gli pneumatici con ridotta resistenza al rotolamento. C’è solo l’imbarazzo della scelta, infine, in fatto di equipaggiamenti innovativi e servizi di mobilità. Per esempio, l’X3 è l’unico modello della sua categoria a offrire il sistema ConnectedDrive, che include un pacchetto di servizi online tra cui notizie dal mondo, informazioni sul traffico e lettura di mail a bordo.