In XIII municipio gli incidenti restano al palo

È rimasto praticamente invariato il numero degli incidenti rilevati dal reparto di infortunistica stradale della polizia municipale del XIII gruppo, nel corso del 2009: 2.359 rispetto ai 2.248 dell’anno precedente. La maggior parte degli scontri, 998, sono stati frontali-laterali. Quasi raddoppiato invece il numero dei deceduti in incidenti stradali, da 10 nel 2008 a 17. «Il 90 per cento dei decessi - spiega Angelo Moretti, comandante polizia municipale del XIII gruppo, durante la presentazione alla stampa del bilancio delle attività svolte nel 2009 - sono pedoni o conducenti di ciclomotori. Gli investimenti di pedoni quest’anno sono stati 81».
«Il tredicesimo è il municipio di Roma con meno incidenti mortali - sottolinea il presidente del municipio, Giacomo Vizzani - merito sicuramente del lavoro dei vigili urbani. Ma dovremo fare ancora meglio. Sarà compito della parte politica, visto anche il nostro nuovo status, rivendicare un maggior numero di addetti». Attualmente sono 273 i vigili urbani in organico «quando per coprire un territorio di 150,64 km quadrati con una popolazione di 208 mila persone - aggiunge Giovanni Mancini, vicecomandante Polizia municipale del XIII Gruppo - dovremmo essere almeno 600». «Il lavoro della municipale non si esaurisce con le multe per la sosta in doppia fila - continua Moretti - ma deve occuparsi anche delle notifiche. Gli atti lavorati nel 2009 sono stati 14.673».