«Yachtique» per acquistare la barca senza stress

La parola d’ordine nella nautica è «servizio» per il cliente. Bellissima ma non di rado disattesa da chi dovrebbe preoccuparsi di renderlo sempre e comunque. Non è il caso di Azimut-Benetti che negli ultimi anni ha lavorato per creare realmente un sistema affidabile e che tolga ogni problema alla sua utenza. Un ragionamento dettato dalla passione ma anche da una scelta strategica. «Da alcuni anni il mercato nautico è cambiato - spiega Paolo Casani, responsabile della divisione Yachtique - abbiamo verificato direttamente che non è più sufficiente presentare al nostro cliente un prodotto tecnologicamente e stilisticamente avanzato ma che va accompagnato a una serie di servizi di altissimo livello. Per questo motivo il gruppo Azimut Benetti - nel 2008 - ha deciso di lanciare una divisione totalmente dedicata ai servizi».
Così è nata appunto Yachtique (www.yachtique.it/) che ha come filosofia quella di mettere al centro delle proprie attività il cliente consentendogli di acquistare e vivere la propria barca senza alcun problema, in pratica senza doversene occupare o meglio occupandosene solo per divertimento. Il segreto? «Appoggiarsi a una struttura professionale che cura totalmente i suoi interessi. In questi due anni circa di attività, riteniamo di aver aggregato un ventaglio di proposte di eccellenza per gli armatori del nostro gruppo - prosegue Casani - dal charter che viene gestito dalla famosa compagnia Fraser Yachts al management totale della barca, dalla ricerca e selezione degli equipaggi a proposte di interior design, dall’ormeggio presso le nostre marine di Viareggio e Livorno alla fornitura di tender, jet ski e servizi per la tavola».
In questa attività che è definita giustamente di «elite yachting services» trovano posto due aspetti fondamentali per l’armatore di oggi, quello del «refit and repair» e quello del finanziamento a condizioni particolarmente competitive.
Partiamo dalla prima che fa sorridere il responsabile della divisione Yachtique. «In questo momento non facile per la nautica, sta tirando il carro della ripresa. La nostra società si propone come una realtà di eccellenza in tutte le attività di riparazione delle imbarcazioni. Presso le nostre strutture mettiamo a disposizione ingegneri e tecnici altamente qualificati per assistere i clienti nelle lavorazioni più complesse: dalla verniciatura al restyling degli interni, dalla revisione degli impianti, dei motori fino alla gestione di interventi strutturali quali allungamenti di carena e rimotorizzazioni». Il tutto avviene grazie alla disponibilità di impianti di eccellenza quali una modernissima cabina di verniciatura e uno shiplift che è in grado di alare e varare navi da diporto fino a 2500 tonnellate di stazza. Non bastasse viene offerta ospitalità ai comandanti e agli equipaggi in lussuose suite all’interno dei cantieri e viene proposta una serie di attività ricreative e formative per rendere la permanenza a terra più piacevole, ma anche più ricca dal punto di vista professionale e personale. Il secondo aspetto è quello del finanziamento. Yachtique, infatti, grazie a una joint venture con Société Générale, è in grado di offrire qualsiasi strumento finanziario a supporto dell’acquisto dello yacht, dal leasing italiano o francese fino al mutuo ipotecario, arricchito da formule assicurative tra le più innovative e competitive. «A breve usciremo con una campagna sui principali quotidiani per proporre l'acquisto delle nostre barche con la formula del leasing italiano - spiega Casani - il tasso fisso sarà del 3,95% oggi veramente eccezionale in un periodo di tassi in ripresa, nonché una durata di quattro anni e un anticipo iniziale del 20%. In aggiunta proporremo l’assicurazione che, in particolare, estenderà la garanzia motori fino a cinque anni e garantirà il rimborso della barca a valore nuovo per tutta la durata del leasing, in caso di distruzione o perdita totale. Inoltre, sono allo studio nuove iniziative che saranno lanciate all’inizio del nuovo anno e che andranno sempre più nella logica di offrire prodotti solidi, sicuri e innovativi ai nostri clienti». Ben detto, la ricerca estetica sugli yacht non passa di moda ma la sostanza conta sempre di più.