Yahoo, liquidazione record a un manager: 109 milioni per 15 mesi di lavoro

Henrique de Castro, il Coo (Chief operating officer, ossia direttore generale) di Yahoo licenziato dall'ad Merissa Mayer con una liquidazione record

Ha guadagnato 109 milioni di dollari per soli 15 mesi di lavoro. Non si tratta del vincitore della lotteria ma di Henrique de Castro, il Coo (Chief operating officer, ossia direttore generale) di Yahoo licenziato dall'ad Merissa Mayer che l'aveva prelevato nel 2012 da Google. Quella di de Castro è la «liquidazione» più ingente mai ricevuta da un manager che non ricopriva la carica amministratore delegato di una società. Inutile dire che la Mayer, sotto esame da quando ha preso le redini della società nel 2012, ora è ancora più sotto pressione per l'esborso che ha provocato alla società facendo una scelta sbagliata. Tanto per fare qualche esempio la buonuscita di de Castro può essere addirittura paragonata a quella di Lou Gerstner, l'ex-ad di Ibm che ha rivoluzionato il modo di fare business di «big blue». Gerstner, quando lasciò, dopo anni di lavoro e durissime ristrutturazioni, prese infatti 189 milioni di dollari. Poco più di De Castro prese Meg Whitman per lasciare eBay, anche in questo caso dopo anni di lavoro e buoni risultati. Mentre molto meno di lui ha preso Carol Bartz, l'ex-ad di Yahoo. Quando lasciò nel 2011 prese infatti «soltanto» 10 milioni di dollari. La liquidazione di de Castro è costata a Yahoo più dei sei impianti ad energia solare, pagati circa 80 milioni di dollari, che la società realizzarà in Texas per fornire energia a 50mila abitanti.

Commenti
Ritratto di _alb_

_alb_

Lun, 20/01/2014 - 21:58

Femmina. Bella e spendacciona (non solo in questo caso). Povera Yahoo...

Roberto Casnati

Mar, 21/01/2014 - 08:28

In un paese normale una tale imbecille sarebbe stata cacciata a furor di azionisti!

Lotus49

Mar, 21/01/2014 - 08:43

Una liquidazione così in Italia te la danno solo in casi eccezionali: 1) Se distruggi l'Alitalia. 2) Se ti fai sei mesi da consigliere regionale in Sicilia. 3) Se provochi un danno allo Stato almeno decuplo di questa cifra.