Yemen, i turisti rapiti restituiscano allo Stato 600mila euro

I cinque italiani rapiti nello Yemen devono restituire allo Stato 600mila euro: è quanto chiede il Codacons che, in proposito, ha presentato un esposto alla Corte dei Conti. «Si apprende - ha spiegato l’associazione dei consumatori - che il rapimento dei cinque soggetti sarebbe costato allo Stato italiano complessivamente 600mila euro. Soldi pagati dalla collettività e che devono essere restituiti allo Stato dai cinque italiani rapiti. Lo Yemen è una delle mete sconsigliate dalla Farnesina e ad alto rischio rapimenti. Chi, nonostante le avvertenze, vi si reca è un incosciente e non un eroe». Gli ex-rapiti hanno voluto replicare alle polemiche: «Prima di partire abbiamo preso tutte le informazioni necessarie - ha raccontato Patrizia Rossi - e, considerando le responsabilità verso i nostri figli, non ci saremmo mai avventurati in posti a rischio». «A noi è capitata una disgrazia, un incidente che sarebbe potuto accadere ovunque» ha aggiunto il compagno Enzo Bottillo.