Yemen, liberi gli ostaggi Il parroco suona le campane

Le campane di Basiglio suonano a festa alla notizia della liberazione di Enzo Bottillo, da cinque giorni ostaggio nello Yemen insieme alla compagna Patrizia Rossi e ad altri tre italiani. Mentre a Landriano, nel pavese, gli amici della Rossi hanno appeso un cartello ringraziando la Befana per il bel regalo. Una festa congiunta per i familiari della coppia dopo la telefonata della Farnesina che annunciava la liberazione degli ostaggi. Euforico Luca, figlio 24enne di Enzo Bottillo: «Papà al telefono mi ha detto “Ti amo”». Oggi il rientro nel Milanese, dopo l’arrivo all’aeroporto romano di Fiumicino. E a Basiglio come a Landriano si prepara la festa di «Bentornati».