Zabel brucia Bennati, Paolini cade e si rompe una mano

Tours. Finale con il botto. Erik Zabel, 35 anni, 13 stagioni e 184 successi con la T-Mobile, chiude nel modo migliore l’avventura tedesca: terza Parigi-Tours della carriera. Il prossimo anno verrà a correre in Italia con uno sponsor tedesco, la nuova Milram di Gian Luigi Stanga, che potrà contare anche su Petacchi. Non poteva davvero sperare in un commiato migliore il Signor Sanremo (quattro centri nella classicissima): sulla mitica Avenue du Grammont, quando era nell'aria lo sprint a due tra i belgi Devolder e Gilbert, il gruppo rinveniva e Zabel usciva fortissimo dalla ruota di Bennati, una delle rivelazioni 2005 con 6 sprint vincenti (cinque in gare ProTour) e lo bruciava di un niente. Brutte notizie per Luca Paolini. Come un anno fa alla Parigi-Tours, la sua corsa è finita a 60 km dal traguardo: caduta e conseguente frattura dello scafoide della mano destra. Infine, il Gp Beghelli, è stato vinto dal brasiliano Fischer, battuti Bettini e Grillo.