Zaccaria, il più votato con i post-it per «santini»

Stefania Antonetti

Una campagna elettorale a colpi di post-it per vincere a Loano. Detto e fatto: il rappresentante di Forza Italia Remo Zaccaria incassa una sorprendente vittoria e strappa 380 voti per il consiglio comunale, anche grazie a una strategia di «marketing elettorale» quantomeno originale.
Una vittoria schiacciante quella raccolta dal giovane Zaccaria che ottiene il maggior numero di preferenze contribuendo alla riconferma del secondo mandato da sindaco di Angelo Vaccarezza. Il centro destra assapora così, dopo due giorni dalle elezioni comunali, il successo dei suoi 13 seggi conquistati e brinda a Zaccaria che, con la sua campagna elettorale fatta dietro banchetti a offrire pizza e focaccia e a incontrare famiglie nei condomini di quartiere, si è aggiudica il primo posto nella «hit-parade» del consiglio comunale.
Particolarità della sua campagna elettorale è stata senza ombra di dubbio la trovata, a dir poco geniale, dei post-it da attaccare nella città del ponente ligure.
Semplici foglietti gialli adesivi con tanto di nome e di sito internet del candidato hanno così «tappezzato» Loano; posizionati nei punti di maggiore visibilità come cinema, negozi, fermate dei pullman, abitazioni e studi medici, hanno richiamato inevitabilmente la curiosità e l'attenzione dei loanesi.
Altrettanto d'effetto è stato poi il «porta a porta» per promuovere la sua campagna elettorale; in un mese l'esuberante consigliere ha incontrato più di trentacinque famiglie a cui ha spiegato il personale impegno all'interno del consiglio comunale.
«Ho preso 380 preferenze e sono arrivato primo degli eletti, il che mi ha molto sorpreso - dichiara Zaccaria -. Ho lavorato insieme alla squadra di centro destra che per un mese intero ha cercato di far capire ai cittadini il diverso modo di amministrare e di intendere la Loano del domani, rispetto all'altra lista di sinistra e forse, risultati alla mano, ci siamo riusciti». Lui e i suoi post-it, sicuramente sì.