Zaia «Braveheart» imita gli scozzesi

Che Braveheart sia la pellicola di culto dei leghisti non è una novità. Eppure fa sempre un certo effetto vedere il governatore del veneto Luca Zaia indossare i panni del Mel Gibson del Carroccio quando sostiene la battaglia per l’indipendentismo scozzese. «Un vento di autonomia sta soffiando in Europa. Dopo la Finlandia, anche in Scozia il popolo ha scelto di dare il proprio voto a favore di forze in grado di rappresentare realmente le sue istanze, facendo valere la spinta dei territori con la visione centralista ed eurocentrica». Insomma, Zaia rinfresca la crociata federalista come se impugnasse la spada in kilt sugli altipiani delle Highlands, anche se parla dal suo ufficio di palazzo Balbi a Venezia: «Il risultato raggiunto dalle forze indipendentiste scozzesi dovrebbe essere d’insegnamento per tutti...».