Zaia: "Grande successo lo sciopero dell'ananas"

Il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali: &quot;Ci sentiamo di dire che la crisi non ha colpito a Natale il settore alimentare, il cosiddeto sciopero dell'ananas è pienamente riuscito&quot;<br />

Milano - Natale è sempre Natale e al pranzo non si può rinunciare. "Pur con la prudenza dettata dall’attesa di dati definitivi, ci sentiamo di dire che la crisi non ha colpito a Natale il settore alimentare". Lo ha affermato il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia commentando i dati sui consumi alimentari tra Natale e Capodanno.

Il settore ha tenuto Il settore - ha notato ancora il ministro - registra infatti una sostanziale tenuta, con un incremento in termini economici (la spesa è cresciuta del 5%) e una minima flessione in termini quantitativi (-0,5%). "Flessione - ha sottolineato Zaia - che è peraltro assolutamente riequilibrata in termini qualitativi, bene sembrano infatti essere andati i prodotti a denominazione garantita". "Il 2008 finisce con un’ottima performance della nostra agricoltura - ha continuato il ministro - I dati diffusi ci confortano nella convinzione che il made in Italy dell’agroalimentare è la grande potenza del mondo produttivo con cui tutti si devono confrontare. Non solo i nostri concittadini hanno preferito i prodotti della nostra terra, ma hanno abbandonato quei prodotti tropicali (-25% di import) che nulla hanno a che vedere con i nostri straordinari 4500 prodotti tipici".

Vittoria per lo sciopero dell'ananas
Il ministro sottolinea in particolare come il cosiddetto sciopero dell’ananas "sia pienamente riuscito". "Notevole - conclude Zaia - anche l’incremento dell’export, soprattutto nel settore vinicolo. La performance dello spumante italiano è stata, infatti, entusiasmante".