Zaia piace alle coop di sinistra

Il pugno duro del ministro leghista contro l’Europa piace alle cooperative, comprese quelle di sinistra. Insomma, quando si tratta di pesca il dialogo governo-opposizione tiene duro. Lunedì il ministro per le Politiche agricole Luca Zaia ha portato a Venezia gli omologhi di Francia, Spagna, Portogallo, Slovenia, Grecia, Malta per un summit informale, dal quale è uscita una richiesta a Bruxelles affinché vengano date più risorse al settore e si cerchi una soluzione al caro carburante. L’iniziativa, vagamente euroscettica, è piaciuta molto alle cooperative della pesca. Compresa Lega Pesca, che aderisce alla «rossa» Legacoop. Sì anche da Agci Agrital, Federcoopesca Confcooperative, Unci Pesca.