Zaia: «Con gli Usa un buon risultato»

L’Italia ha ottenuto un «buon risultato» nel braccio di ferro con gli Usa sui dazi su alcuni nostri prodotti. «La scelta del Commercio estero americano di sospendere immediatamente le ritorsioni è il frutto di un negoziato che stiamo conducendo con fermezza e senza dare concessioni». Ad affermarlo è il ministro dell’Agricoltura, Luca Zaia. Gli Stati Uniti hanno deciso infatti di escludere alcuni prodotti dell’agroalimentare italiano (come pomodori pelati, carote, cipolle, cicoria, sughi, salse e zuppe) dalla lista che elenca i nuovi prodotti che saranno soggetti a un sovradazio del 100 per cento. E l’entrata in vigore della misura è slittata dal 23 marzo al 23 aprile. Il sovradazio ad valorem del 100 per cento, dal quale i prodotti sopraelencati sono esclusi, è stato deciso dall’amministrazione americana in risposta al divieto di importare carni agli ormoni imposto dall’Europa.