Lo zaino hi-tech ti ricarica pure lo smartphone

Le borse di Piquadro con la App «Connequ» e il geolocalizzatore per non perdere il bagaglio

«Siamo sempre più concentrati a sviluppare, attraverso il lavoro di un gruppo interno di ricercatori, il concetto di tecnologia da indossare» annuncia Marco Palmieri, fondatore e presidente amministratore delegato di Piquadro (fatturato consolido pari a 69,31 milioni di euro rispetto al 2015), l'azienda che ha cambiato lo stile del viaggio di sofisticati giramondo. «Non abbiamo snaturato lo stile dei nostri prodotti ma abbiamo calato all'interno di oggetti belli, moderni, esteticamente desiderabili, la più avanzata tecnologia» dice annunciando con la Bagmotic, una sorta di bag automation iniziata con il lancio di una linea da viaggio intelligente che esplorando l'Internet of Things si è dotata di sistema di geolocalizzazione. Ora l'acceleratore si è spinto sull'equipaggiamento di borse, zaini e valigie che contengono una batteria integrata capace di ricaricare lo smartphone per semplice contatto. Basta inserire il telefono in un'apposita tasca per averlo carico in poco tempo senza necessità di collegarlo con cavi. Ma non è tutto: negli zaini Coleos, i «mai più senza» di ciclisti e centauri metropolitani, sono stati inseriti piccoli led che funzionano da luci posteriori. Il cuore di tutta questa tecnologia è una App che si chiama Connequ ed è stata ideata da Piquadro con possibilità di download anche su smartwatch. Permette anche di verificare il livello di carica del carica batterie all'interno delle nuove borse, degli zaini e dei trolley: il powerbank integrato nei nuovi modelli comunica wireless con smartwatch e smartphone e segnala quando il livello è basso. Inoltre, sarà ancora più difficile smarrire il trolley in aeroporto, dimenticare la borsa in treno o subirne il furto durante un viaggio perché in tutti questi casi l'allarme arriverà dall'orologio indossato al polso. Impossibile non accorgersene! Il nostro modo di viaggiare è cambiato: dura pochi giorni, gli spostamenti sono veloci, si viaggia con voli low cost e con bagagli leggeri e a mano. Sempre di più, perciò ci portiamo il bagaglio in cabina e per questo lo vogliamo bello e funzionale. Deve essere agevole - quattro ruote piroettanti - e razionale. «I nostri trolley contengono abiti e accessori per 7 giorni» dice Palmieri elencando gli indumenti da uomo per una settimana: uno e due vestiti, sette camicie, l'intimo per tutti i giorni, cravatte e scarpe. «Sul nostro sito spieghiamo come preparare questo bagaglio» sottolinea.

LSer