Zaleski voterà Arcelor-Mittal

da Milano

La Carlo Tassara international, holding lussemburghese che fa capo al finanziere franco-polacco Romain Zaleski e che ha in portafoglio quasi l'8% del capitale di Arcelor, si schiera con Mittal e voterà contro la strategic alliance agreement conclusa fra Arcelor e la russa Severstal all'assemblea generale straordinaria prevista per venerdì. È quanto ha reso noto ufficialmente la holding, precisando che darà il suo sostegno, apportando all'offerta lanciata da Mittal Steel i titoli detenuti, al progetto di fusione fra la Mittal e Arcelor perché è «un progetto di apertura - si legge in una nota che presenta grandi prospettive future per Arcelor e per il nuovo gruppo Arcelor-Mittal». «Se dovesse andare in porto questa operazione - ha spiegato Zaleski - la plusvalenza stimata è di circa 350 milioni di euro a cui sommare dividendi per 55 milioni. Quindi il totale sarebbe di circa 400 milioni». Sul fronte finanziario italiano Zaleski ha dichiarato che il suo investimento nelle Assicurazioni Generali «è stato fatto da padre di famiglia. È un investimento sicuro, in una società solida. È stato un investimento di famiglia». È quanto ha riferito all'agenzia Radiocor il finanziere che, tramite la holding Carlo Tassara nello scorso febbraio ha rilevato il 2,2% del capitale di Generali. Entrerà nel board del gruppo di Trieste? «Non mi è stato chiesto - ha replicato l'ingegnere franco-polacco - e poi non sono interessato, un conto è un investimento, un altro è avere un ruolo. E poi Trieste è lontana... ».