Zamparini accompagna Toni alla Fiorentina

Gian Piero Scevola

Ancora un piccolo passo e Luca Toni potrà vestire la maglia della Fiorentina. L’accordo tra toscani e Palermo è già stato trovato, manca qualche piccolo dettaglio: il Palermo deve abbassare le pretese (15 milioni) e i toscani alzarle (da 10 a 12,5). «Della Valle deve fare alla svelta, perché anche il Milan mi ha chiesto Toni», ha furbescamente affermato Maurizio Zamparini, presidente dei siciliani. «Ma se Toni va a Firenze sono contento, è una città meravigliosa». Detto e fatto, oggi i rispettivi dt, Corvino e Foschi, si incontreranno per formalizzare il passaggio alla Fiorentina di Toni e del difensore Zaccardo. E Zamparini ha subito fatto pressing sull’Atalanta per avere Makinwa, approfittando anche delle indecisioni dell’Inter che non si decide a prendere il nigeriano (troppi i 9 milioni richiesti da Ruggeri che per i bergamaschi ha preso in comproprietà dal Cagliari il difensore Simone Loria).
Fumata grigia in casa nerazzurra per Walter Samuel. Mentre Solari, dopo le visite mediche, si è precipitato a Madrid per salutare gli ex compagni (ma Samuel, in vacanza in Argentina, non c’era), Massimo Moratti ha buttato acqua sul fuoco delle speranze nerazzurre: «Ora ci manca solo un difensore, ma c’è tempo fino ad agosto. Quanto a Chivu, credo sia incedibile. Questo mi sembra di capire da parte della Roma». Il portiere brasiliano Julio Cesar, per sei mesi in prestito al Chievo senza mai giocare, ha firmato fino al 30 giugno 2008 per l’Inter. Nel valzer dei portieri c’è anche il giallorosso Ivan Pelizzoli, a un passo dalla Reggina, mentre il Milan ha preso dal Perugia il gigante australiano Kalac (il greco Eleftheropoulos, ex Messina, verrà provato nella tournée americana e poi Ancelotti sceglierà la riserva di Dida). Il milanista Giuseppe Pancaro è pronto a dire sì al Messina che darà anche Parisi alla Roma, visto che Capello non vuole privarsi di Chiellini. Simpatica la battuta di Gattuso: «Sono contento dell’arrivo di Vieri, ma vederlo con la maglia rossonera è una roba strana».
Gilardino e il Milan restano in stand by, ma l’affare col Parma è concluso (27 milioni al club emiliano e 2 al giocatore) e la firma è prossima. Chi invece ha firmato fino al 2009, ponendo fine a un tormentone, è il capitano del Liverpool, Steven Gerrard, il centrocampista appetito dai più importanti club europei. Tormentone che invece persiste per Ronaldinho, che non ha ancora rinnovato il contratto col Barcellona, attratto dalle sirene londinesi di Abramovich, disposto a versare nelle casse blaugrana l’astronomica cifra di 120 milioni di clausola rescissoria. Robinho invece aspetta in Brasile la chiamata del Real Madrid: «Tutto si concluderà entro breve tempo», parola del vicepresidente Emilio Butragueno.