Zanetti tira il fiato Figo ancora super Mexes impeccabile

INTER
6 TOLDO. La Roma non tira in porta. E lui non può riscattare la bambola dell’Olimpico solo con due buone parate su Totti.
6,5 MAICON. Serve a Crespo il pallone dell’1-0, dubbio un intervento di De Rossi in area ai suoi danni.
6 BURDISSO. Resta a presidiare.

5 CORDOBA. Il mediocre Morganti lo ammonisce dopo soli 4’ per fallo su Totti e fa capire che aria tira. È in fase calante, s’incarta su un pallone e commette un fallo di mano che lo mette fuori e lascia l’Inter in dieci.
6 ZANETTI. Il capitano ogni tanto perde i giri. Ha tirato il carro e i buoi, ha tutto il diritto di tirare anche il fiato.
6,5 STANKOVIC. I primi dieci minuti sono tutti suoi, compresa la traversa su cucchiaio. Nel finale continua a dare prove di forza.
S.V. VIEIRA. Un’entrata di Taddei lo mette fuori alla mezz’ora, si stava ambientando e prometteva (26’ pt Cruz 7. Lascia la sua firma anche sulla finale facendo tunnel a Doni).
5,5 CAMBIASSO. Dopo l’infortunio non ha mai ritrovato il passo giusto. Ora è anche stanco.
7 FIGO. Ha affrontato anche tre avversari per volta, campione senza età (37’ st Maxwell s.v.).
6 GONZALEZ. Ha una conclusione facile che si fa ribattere. Alla mezz’ora offre a Crespo un pallone che l’argentino gira di testa( 9’ st Recoba 5. Chino carica a testa bassa e non ragiona in una fase in cui l’Inter poteva anche illudersi di farcela).
7 CRESPO. Segna sette delle ultime nove reti dell’Inter, alza di tacco sopra la traversa, offre a Cruz la palla del 2-0.
All.: Mancini 7. Viene espulso quando sotto i suoi occhi in tre si avventano su Zanetti senza che Morganti se ne accorga. Ma vince ancora.
ROMA
6 DONI. Meglio se non avesse fatto un paio di raccapriccianti sceneggiate.
6 PANUCCI. Un retropassaggio pericoloso innesca Cruz. Espulso nel finale.
6 FERRARI. Dubbio un intervento in area.
7 MEXES. Non sbaglia mai, elargisce sicurezza a tutto il reparto.
6,5 CHIVU. Calcia di poco a lato una punizione magistrale.
6,5 DE ROSSI. Stende Maicon in area, dinamica non chiarissima. Ognuno si fa una propria opinione dell’episodio tranne Morganti che lo rimuove.
6 AQUILANI. Dà una mano in mezzo. Durante i minuti di recupero del primo tempo si butta a terra. Poi gli dicono che a sfiorarlo è stato De Rossi. Allora si rialza (dal 12’ st Pizarro 6. Stringe i denti).
6 TADDEI. Finisce la stagione in crescendo.
7 PERROTTA. Segna ancora a Toldo, giocatore fondamentale per Spalletti.
6 MANCINI. Ripropone il doppio passo ma non gli funziona (dal 33’ st Tonetto s.v.) .
7 TOTTI. Calcia in porta solo lui e nel finale coglie anche una traversa. Lo cercano tutti e lui non delude mai nessuno. Boato dei romanisti di San Siro quando riceve la coppa che ha già detto a chi la dedica.
All.: Spalletti 7. Ha tremato ma alla fine ha giustamente gioito.
Arb.: Morganti 5. Molto scarso.