Zanini, concerto per l’infanzia

Il Quartetto (Conservatorio, stasera ore 21) ha ricavato un angolo per i bambini con un recital pianistico centrato su pagine che rivisitano l’infanzia. Un’infanzia vista dall’adulto fra domande e malinconie. Il compito è affidato al pianista e direttore milanese Maurizio Zanini che ha impaginato un programma che muove dalle Scene infantili del romantico Schumann, attraversa l’Ottocento misurato di Mendelssohn e sosta nel Novecento disincantato di Debussy. L’approdo è contemporaneo con le miniature di Chick Corea, Children’s Songs: un colpo di fulmine per Zanini che confessa di ritrovarvi «Ravel, Skrjabin, Debussy, una panoramica sulle correnti principali del Novecento in un linguaggio derivato dal jazz».