Zapatero annuncia il ritiro di 500 soldati

È iniziato due giorni fa il ritiro dall’Afghanistan dei 500 soldati spagnoli dispiegati nel Paese del presidente Karzai e impegnati nelle operazioni di mantenimento della sicurezza per le elezioni parlamentari, che si sono tenute domenica scorsa. Lo ha annunciato, ieri, il primo ministro spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero, precisando che il ritiro avverrà entro il 12 ottobre. Zapatero ha aggiunto che la Spagna investirà dieci milioni di euro per la costruzione di infrastrutture nel territorio afghano di sua competenza. Ricordando i 17 soldati spagnoli morti in un incidente lo scorso 16 agosto nei pressi di Herat, il primo ministro ha poi sottolineato come questi militari abbiano sacrificato la loro vita in nome di una missione delle Nazioni Unite. Zapatero ha anche ricordato che i soldati del suo Paese hanno partecipato ad oltre 40 missioni dell’Onu: attualmente sono 2.678 i militari spagnoli impegnati in diverse operazioni di mantenimento della pace, la maggior parte dei quali si trova in Afghanistan (1.077), Kosovo, Bosnia e Haiti.