Zarqawi cede il comando in Irak

Bagdad. Il terrorista giordano Abu Musab al Zarqawi, capo di Al Qaida in Irak, ha adottato un atteggiamento di «basso profilo» e ha affidato a un iracheno, Abdullah Rashid a-Bagdad, la guida delle operazioni. Il presunto passo indietro è segnalato dal «New York Times», che cita alcuni comunicati apparsi su siti web islamici: al Zarqawi si sarebbe unito ad altri cinque gruppi jihadisti e avrebbe costituito in gennaio la «Mujahidin Shura», (Consiglio dei Mujahidin), affidandone la guida appunto a un iracheno. La nuova linea sarebbe stata dettata dal numero due di Al Qaida, l’egiziano Ayman al Zawahiri.