Zawinul torna al Blue Note Sellani piano in Salumeria

Franco Fayenz

Si conclude questa sera alle 21 al Teatro Manzoni la stagione 2005-2006 di Aperitivo in Concerto. Protagonista prestigioso della chiusura è il chitarrista John McLaughlin con il suo gruppo Shakti. Al Piccolo Teatro di via Rovello penultimo appuntamento della rassegna «Orchestra senza Confini» dedicato al mondo musicale del trombettista Kenny Wheeler. Oltre a Wheeler e alla cantante Diana Torto suona la Civica Jazz Band diretta da Enrico Intra.
Il club Blue Note riapre domani sera (via Borsieri 37, ore 21 e 23.30) con l'atteso ritorno del tastierista Joe Zawinul in settetto con Alegre Correa chitarra, Linley Marthe basso elettrico, Nathaniel Townsley batteria, Jorge Bezerra percussioni, Aziz Sahmaoul voce e percussioni, Ana Paula Da Silva voce. Zawinul si trattiene fino a sabato 18 marzo con gli stessi orari. Il 19 marzo ha luogo invece la festa di compleanno del locale: com'è noto, il Blue Note di Milano ha aperto i battenti il 19 marzo 2003 con Chick Corea.
Domani alle 22 si ascolta ottimo jazz anche alla Salumeria della Musica (via Pasinetti 2, ore 22) con Giulio Visibelli ai sassofoni e Renato Sellani al pianoforte; venerdì 17 il club ricupera un importante appuntamento mancato un mese fa per la neve: è di scena il trio del cantante e chitarrista Fausto Mesolella con la partecipazione di Nada e dell'attore Fabrizio Bentivoglio, noto anche come intenditore di jazz.
Chi ama l'informale non rinuncia a una trasferta a Pavia, dove nella chiesa di S. Maria Gualtieri si esibiscono John Tchicai e Garrison Fewell, sax tenore-clarone e voce recitante-chitarra.
Al Salotto del Jazz di via Doria 22 (ore 22) risuona domani sera lo stile di Chicago con il Quintetto Classic Jazz Five; giovedì 16 si ricorda Django Reinhardt con il Quartetto Swing Manouche.