Zeffirelli: «Antonioni e Bergman registi davvero deprimenti»

«Il cinema di Bergman e Antonioni è deprimente. Bergman e Antonioni sono l’espressione di un cinema deprimente che non mi è mai piaciuto». È l’opinione di Franco Zeffirelli che, intervistato da Sky TG24 spiega: «Voglio andare al cinema anche per piangere, soffrire ma non per deprimermi: c’è già abbastanza dolore nel mondo per essere depressi, basta guardarsi intorno». «Dal cinema - prosegue Zeffirelli nell’intervista che andrà in onda oggi sul canale all news - vorrei un messaggio positivo, nei drammi trovare anche una speranza. Questi due geni hanno visto il mondo con due occhi talmente deprimenti...».