«Zelig batte Ciak? Loro ci sono da anni»

Il suo sogno qual è? «Recitare», dice Eleonora Daniele. E magari ce la farà, ora che Fabrizio Del Noce è anche alla guida di Rai Fiction. Per ora, il direttore di Raiuno scommette su di lei, facendole condurre Uno mattina e Ciak... si canta!.
Una sfida impegnativa. Non teme la competizione?
«Nemmeno un po’, anzi. Mi spinge a rinnovare sempre e a non mollare l'attenzione. E poi ho fiducia, perché in termini di ascolti la presenza nell'ultimo anno di Mattino 5 sull'ammiraglia Mediaset non ha cambiato molto lo status quo, il nostro pubblico ci è rimasto fedele. Quindi anche in prima serata, se insistiamo ce la faremo».
Però il venerdì sera contro «Zelig», l'Auditel non vi premia...
«In realtà, se guardiamo le cifre, con Ciak si canta abbiamo superato i 5 milioni di telespettatori e il 21 per cento di share, noi siamo appena nati, gli altri sono in pista da anni. Abbiamo già ospitato artisti come Iva Zanicchi e Al Bano».
Piace l'idea di realizzare i video sulle canzoni?
«A me è parsa molto bella, piace alla gente, io stessa resto incollata a vedere dove vanno a parare certe situazioni. E poi che funzioni si capisce dal fatto che è stata ripresa da X-Factor, persino Maurizio Costanzo ha fatto una recensione favorevole del nostro lavoro, su Tv Sorrisi e Canzoni».
La finale dello show si disputerà il 13 febbraio o sono previste nuove puntate, come è stata un po' la moda di quest'autunno?
«In effetti, alla Rai sono così soddisfatti che forse ci manderanno in onda anche il venerdì successivo con un “meglio di”».
Le piace la definizione di «la linea verde della Tv di Stato» coniata per lei e le altre Del Noce's Angels?
«È un modo di vivere la Tv rinnovandola. Lo so, qualcuno dice che noi ragazze poi siamo in competizione interna ma non direi».