Allo Zenit non basta un gol: Udinese per la prima volta ai quarti

A San Pietroburgo vince lo Zenit ma poco importa. L’Udinese, forte dei due gol rifilati ai russi nella partita d’andata, tiene accesa la fiammella italiana in Europa, accede ai quarti di finale di coppa Uefa ed entra nella storia: mai il cammino continentale del club friulano in coppa si era protratto così a lungo. L’illusione russa è firmata Tymoshchuk che di testa al 34’ risolve una mischia nel cuore dell’area. Unica nota stonata, la scarsa mira dei bianconeri davanti a Malafeev. Per andare avanti in Europa, serve segnare fuori casa: l’Udinese ieri ha costruito tanto, ma concretizzato poco o niente. Ma lo Zenit è stato ben altra cosa rispetto allo squadrone della passata stagione.

Le altre partite (in neretto le qualificate): Metalist Kharkiv-Dinamo Kiev 3-2 (andata, 0-1); Shakhtar Donetsk-Cska Mosca 2-0 (0-1); Ieri: Galatasaray-Amburgo 2-3 (1-1). Aalborg-Manchester C. 2-0/3-4 dopo i rig. (0-2); Braga-Paris S.G. 0-1 (0-0). Già qualificate: Werder Brema e Marsiglia.