Zero: sì al dvd del «Live 8»

«La notizia apparsa su diversi organi di informazione secondo cui Renato Zero, a differenza di altri suoi colleghi, non avrebbe ancora sottoscritto la liberatoria per lo sfruttamento della propria esibizione al concerto Live 8 del 2 luglio a Roma deve ritenersi priva di fondamento». Il legale dell'artista, l'avvocato Simone Veneziano, fa sapere che Renato Zero prima di salire sul palco ha «puntualmente sottoscritto una liberatoria (identica, tra l'altro, a quella sottoscritta dagli altri artisti che ancora mancherebbero all'appello); liberatoria, tuttavia, che i legali degli organizzatori del concerto si sono rifiutati di ricevere adducendo a pretesto che essa sarebbe stata diversa dalla versione imposta a tutti gli altri artisti internazionali». Renato Zero «respinge, pertanto, qualsiasi accusa di voler impedire lo sfruttamento commerciale (leggi dvd) di un evento alla cui organizzazione, invece, ha spontaneamente e disinteressatamente aderito».