La Zeta-Jones improbabile cuoca in un remake senza tanti «sapori»

Se un film europeo stuzzica i filmaker americani, ne acquistano la sceneggiatura, riconfezionandone un ibrido condensato. È quanto accade in Sapori e dissapori, cucinato a soli 4 anni dall’originale, l’italo-tedesco Ricette d'amore, scritto e diretto da Sandra Nettellbeck e interpretato da Sergio Castellitto, che ha rifiutato il biglietto per Hollywood a causa della scarsa fiducia nel suo inglese. Un esempio di provincialismo alla romana che rivela la pochezza professionale del nostro cinema. La vicenda di uno chef d’alta cucina, Kate (Catherine Zeta-Jones), che deve lottare con un antagonista italiano era un magnifico spunto nel film della Nettellbeck, qui è una melensa rassegna di luoghi comuni della commedia americana, un pastiche sentimentale e pateticamente risibile per quanto attiene alla cucina. E la bella Catherine è davvero improbabile come grande chef.

SAPORI E DISSAPORI (Usa-2007) regia di Scott Hicks, con Catherine Zeta-Jones, Aaron Eckhart. 105 minuti