Zignago, spunta un’offerta alternativa

Sul controllo della Zignago si divide la famiglia Marzotto. Marco Donà, Gaetano, Stefano, Luca e Niccolò Marzotto oggi annunceranno un accordo per il lancio di un’Opa obbligatoria a 18,6 euro. I promotori, dopo l’acquisizione di una quota dal conte Pietro del 14,5%, deterranno il 48,3%. L’offerta si confronta con un’altra Opa lanciata dalla famiglia di Umberto Marzotto, la finanziaria Canova e l’attuale ad di Marzotto e presidente di Zignago, Antonio Favrin e che prevede un prezzo inferiore di 18,1 e che ha il 37%. I promotori della contro-Opa intendono garantire con l’operazione un azionariato di riferimento stabile e coeso e un indirizzo strategico teso alla valorizzazione industriale delle attività nel medio lungo periodo.