Zinco verso nuovi massimi

Seduta contrastata nel comparto dei metalli di base. Da una parte, alluminio e rame sono risultati deboli, dall’altra lo zinco è salito fino a 2.203 dollari per tonnellata, riducendo la distanza dal recente massimo storico di 2.214 dollari. Tra le ragioni del rialzo, il calo delle scorte scese ai minimi dal settembre 2001 a fronte di una domanda ancora robusta. Tra i metalli preziosi, oro in progresso a 557,25 dollari l’oncia sulla scia dell’indebolimento del dollaro.