Zingare vestite alla moda per rubare di più

Una volta che la polizia le ha fermate loro hanno detto di provenire da un campo rom di Genova e qui da noi sono state rispedite a cura degli agenti che le hanno fatte salire sul primo treno per il capoluogo ligure.
Molte le segnalazioni che sono arrivate anche alla nostra redazione di «avvistamenti» di ragazzine rom che ben riescono a confondersi tra la folla grazie a un look copiato dalle nostre adolescenti. Nulla di male, certo, se fosse un inizio di integrazione con la comunità genovese, ma a ben vedere il fatto di non essere facilmente identificate le garantisce dai sospetti delle persone che altrimenti non riuscirebbero ad avvicinare con tanta facilità. Lo scopo è soltanto uno: quello di borseggiare le povere vittime. I metodi dei ladri, infatti, si fanno sempre più sofisticati. In qualche caso lo stratagema è stato adottato anche da truffatori rom adulti, che ben vestiti e agghindati con cura si sono spacciati per assistenti sociali, assicuratori e tecnici per entrare in casa delle loro vittime o farsi accompagnare al bancomat. La massima attenzione, dunque, specie nelle feste, è sempre raccomandata dalle forze dell’ordine.
\