Zingaretti si consola: «Sono andato meglio del centrosinistra»

«Al ballottaggio si fa zero a zero, palla al centro e si ricomincia». Usa un’immagine calcistica il candidato del centrosinistra alla Provincia di Roma Nicola Zingaretti intervenendo ieri nella sede del suo Comitato elettorale a via della Lega Lombarda. Zingaretti forse sperava in un mercoledì da neopresidente della Provincia, ma fa buon viso a cattivo gioco e si rimette in pista. «Da questa mattina (ieri mattina, ndr) - ha continuato Zingaretti - siamo ripartiti con una forte campagna nei quartieri di Roma e nei Comuni. Faremo una straordinaria mobilitazione. Il valore del ballottaggio è quello di riportare tutti al voto». Per questo motivo Zingaretti ha anticipato: «Userò tre slogan: tutti a votare, tutti a votare e tutti a votare, perché dobbiamo rendere chiaro il messaggio che il 27 e 28 aprile tutti dovranno tornare alle urne perché la vittoria è possibile, abbiamo solo mancato l’obiettivo al primo turno». Zingaretti ha poi analizzato il voto di domenica e lunedì: «C’è stato un ribaltamento politico significativo tra centrodestra e centrosinistra in Provincia. Il dato politico ha visto il centrosinistra al 42,9 per cento e il centrodestra al 44,2, per me il dato è ribaltato, ho avuto un consenso pari al 44,6 per cento contro il 35,9 del candidato del centrodestra. Questo significa che molti cittadini del centrodestra hanno votato per me». Quanto all’ipotesi di un confronto con l’avversario Alfredo Antoniozzi, Zingaretti precisa: «I confronti io li farò con i cittadini. Per chiedere i confronti bisogna rispettarsi».