Zini dell’Epam: «Ma il principio deve valere per tutti»

Il vicepresidente vicario di Epam (Associazione milanese pubblici esercizi), Alfredo Zini commenta: «Per il vicesindaco i tratta di una mezza vittoria perché il pronunciamento riguarderebbe solo i due locali ricorrenti e non tutti. I giudici hanno ichiaramente ribadito l’assenza di situazioni d’emergenza per l’intera zona Imbonati-Comasina che giustificano le restrizioni imposte ai locali con l’ordinanza. E distinguere - come fa il vicesindaco - i locali che hanno presentato ricorso dagli altri non è corretto perché con la sospensiva si pone un primo effettivo rimedio al danno economico che i pubblici esercizi stanno subendo».